News | Writing | Painting | Exhibitions | Vecchia Scuola | Bio | Video | Shop | Contact
   

|
|
|
2015
|
|
2013
|
2012
|
2011
|
2010
|
2009
|
|
2007
|



 
MURALIA
Palazzo Paolo V - Benevento - 26 / 27 / 28 novembre 2007
A cura di Vittorio Sgarbi - Catalogo Torcular






KayOne viene invitato all'evento Muralia. Una innovativa e coraggiosa iniziativa culturale del Comune di Benevento, sotto la direzione artistica di Vittorio Sgarbi, che rappresenta un ulteriore passo della Street Art verso il pieno riconoscimento artistico-culturale. La manifestazione, articolata su 3 anni, prevede la presenza, nella città campana, di 10 "street artists" italiani già presenti alla mostra tenutasi al PAC di Milano la scorsa primavera. Gli artisti, a Benevento il 26-27 e 28 novembre, torneranno al loro primitivo elemento: la strada e realizzeranno le loro opere sui muri che sorgono lungo via Vittime di Nassirya. Alla realizzazione delle opere sarà collegato un workshop: i cittadini interessati potranno infatti dialogare con gli artisti e apprendere tecniche di realizzazione e quant'altro collegato. Nella prestigiosa, antica sede di Palazzo Paolo V sarà poi realizzata una mostra delle opere dei dieci artisti; opere in parte già esposte al PAC, in parte nuove. Un catalogo realizzato da Torcular coronerà l'avvenimento.

Comunicato Stampa 1 / 2 / 3

VAI ALLA PAGINA DEDICATA ALLA MOSTRA - go to page of the exhibition

www.muralia.org



STREET ART - L'arte si fa strada
Show Room Telemarket - Piazza della Loggia, 11/r Brescia - 18 ottobre / 18 novembre 2007



KayOne espone i propri lavori presso lo show room di Telemarket a Brescia in Piazza Della Loggia, 11/r, in occasione di una mostra collettiva tutta dedicata alla Street Art. Tra i nomi della Mostra: Wany, Rae, Verbo, Pho, Filippo Minelli, Leo, Led e Cano. Considerata per anni un semplice prodotto della sottocultura di massa, la tradizione del graffitismo e della street art è oggi arrivata ad irrompere con forza sulla scena artistica ufficiale. Complici, in Italia, lo sdoganamento operato da parte di Vittorio Sgarbi che, nella sua veste di Assessore alla Cultura del comune di Milano, ha dato credibilità ai graffiti del Leoncavallo, ma anche le molte personalità artistiche che, in Europa come negli Stati Uniti (da Banksy a Obey), sono tornate a portare una ventata di freschezza, di critica sociale e visiva nel panorama artistico contemporaneo.



PUBLIC ENEMY - Arte di strada per i bambini di strada
Alzaia Naviglio Grande - 22 / 23 settembre 2007



KayOne organizza in collaborazione con Wildstylers Media e Amani "Public Enemy ?", evento artistico a scopo benefico. Estratto dal comunicato stampa: Il 22 ed il 23 Settembre presso Arte sul Naviglio, Wildstylers Media grazie all'Associazione Navigli Domani raccoglierà 9 tra i migliori street artists della scena nazionale, nomi ormai rinomati sul mercato dell'arte (alcuni hanno partecipato alla mostra-evento "Street Art, Sweet Art" al PAC), in una performance benefica che li vedrà impegnati nella realizzazione collettiva e dal vivo di un'unica grande opera d'arte composta da 40 singole tele di diverse forme e dimensioni, ciascuna delle quali verrà venduta ad un prezzo simbolico - viste le quotazioni di alcuni degli artisti coinvolti - i cui proventi saranno devoluti ad Amani www.amaniforafrica.org, associazione laica Onlus Ong da oltre 10 anni impegnata in vitali progetti di recupero di bambini e ragazzi di strada in alcune tra le più povere e violente realtà africane.

Comunicato Stampa



DECONTAMINATION

Hotel Nhow - Via Tortona, 35 Milano - 4 Ottobre 2007 - 4 gennaio 2008





KayOne espone in una collettiva degli artisti di Street Art rappresentati dalla galleria d'arte Torcular all'hotel Nhow nell'esclusiva zona di Via Tortona a Milano. Il più innovativo di Milano con uno stile molto particolare che rispecchia perfettamente la città in tutti i suoi aspetti artistici, modaioli, business oriented e dinamici. Una struttura industriale con 250 stanze design, una diversa dall'altra.

Scarica il video dell'inaugurazione

VAI ALLA PAGINA DEDICATA ALLA MOSTRA - go to page of the exhibition



TRENO DELL'ARTE
1 ottobre - 10 Novembre 2007



KayOne viene invitato a "Il treno dell'arte 2007 - Museo per un giorno". Da Tiziano alla Street Art: 500 anni di arte Italiana con l'esposizione dei 130 Artisti Italiani più rappresentativi su un treno, in sotsa, nelle stazioni di 22 città italiane.



Catalogo: Il Treno dell'arte 2007 - Museo per un giorno
Euro 10,00 - Edito da Re Di Quadri Srl


www.trenodellarte.it

VAI ALLA PAGINA DEDICATA ALLA MOSTRA - go to page of the exhibition



FRIENDS OF FRIENDS
Bollate - Sottopasso Carraio - 30 settembre 2007



KayOne viene invitato alla manifestazione Friends of Friends 2007 organizzata dal 2&80 Shop di Milano. sede delle manifestazione la città di Bollate, special guest Cope 2 & Indie 184 da New York.

www.2e80shop.com




STREET ART SANSICARIO
Sansicario - 28 /29 Luglio 2007



KayOne viene invitato dal Comune di Sansicario a realizzare dal vivo con Airone, Mambo, Senso e What dei pannelli nella piazza centrale del paese. I pannelli vengono realizzati con "l'aiuto" dei bambini presenti all'evento, stimolando la loro fantasia e creatività con illustrazioni tipicamente infantili.



RADICAL INK EXPOSITION
Radical Soul Shop - Viale Faenza, 12/5 Milano - 28 giugno 2007



KayOne realizza dal vivo durante la serata di inaugurazione della mostra Radical Ink Exposition, un pezzo su lastre metalliche tipografiche, facendo interagire interno e sfondo del lavoro. Durante la serata è stata regalata ai presenti una maglietta realizzata in collaborazione con il negozio Radical Soul Shop.




ACRILICO 2007 - PURE WRITING
Barrio’s - Via Barona ang. Boffalora - 2 giugno 2007



KayOne viene invitato alla manifestazione di writing Acrilico 2007 - Push it Real organizzata da Krema (storico writer di Milano). La manifestazione giunge alla sua quinta edizione. Come sempre i nomi selezionati sono tra i più stilosi e tra i più assidui frequentatori di hall of fame e yard milanesi. Nomi storici come Airone, Kayone, Tawa, Sky4 e Raptus ma spazio anche ad una nuova generazione di specialisti dello stile selvaggio come What e Zin e dello stile figurativo, parlo di Senso e Bros. In serata oltre al classico djset troveremo la presenza di un nome che ha fatto la storia dell'hiphop italiano: writer originale, innovativo e attivo dai lontani '80, Mc di talento, lui si chiama FlyCat e porta in tour la sua ultima uscita discografica dal titolo Our Sign.



PUSH IT REAL
Leoncavallo - Via Watteau, 7 Milano - 25 / 26 maggio 2007
A cura di Rage On Stage Entertainment




KayOne viene invitato alla manifestazione di writing Push it Real al C.S. Leoncavallo di Milano. Tre giorni, 61 writer italiani, due special guest writer stranieri, video, una serata con i grandi nomi del rap italiano, una gara di rap freestyle e sound-sytsem hip-hop e reggae. Push It Real è il nome di questa grande jam organizzata dallo storico centro sociale milanese, un'idea di Rage On Stage Entertainement, la crew fondata da Esa e Dj Harsh nel 2003, solido punto di riferimento per la scena rap milanese e italiana, questo party non è altro che la degna chiusura di una stagione che ha visto passare ogni mese dal Leoncavallo i migliori artisti del rap di casa nostra.

www.leoncavallo.org



UNTHO
Via Pogliaghi, 1 Milano



KayOne entra a far parte del gruppo Untho Avantgarde U(RBAN) T(TRASH) O(PTIMIZED) e viene sponsorizzato da questa famosa marca di street wear, vicina al mondo dell'arte e dello sport, il manifesto di Untho: Untho provokes who lives in the city. Untho interferes with the rhythm of the city. Untho strats from the urban culture to propose an indipendent life style: Exploit the city but be always ready to leave it for snowboarding, surfing or skateboarding. Think for yourself, question authority. Provoke, Interfere and Propose. Untho is never tired.

The Untho AvantGrade is a group of people who spreads the Untho Message around the world. A member of the Untho Avantgarde is a traveller who is really good in what he does, who walks his own way with an indipendent mentality.

www.untho.net



TELEMARKET
Via Villanuova, 38 - Roncadelle (BS)



KayOne attraverso la galleria d'arte Torcular viene presentato sul canale televisivo Telemarket. La serata viene introdotta dall'Assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi, che parla dell'artista come uno dei più apprezzati della scena italiana. Vengono presentati i lavori di KayOne e una intervista realizzata nel suo studio di Milano e la PAC durante l'inaugurazione della mostra "Street Art Sweet Art".





www.telemarket.com



EXPOARTE
Bari - 15 / 19 marzo 2007

KayOne espone i suoi lavori in occasione della XXVII edizione di Expo Arte con la galleria d'arte Torcular, manifestazione dedicata all'Arte Moderna e Contemporanea che si svolge presso la Fiera del Levante di Bari dal 15 al 19 marzo 2007.



TAG
SPAZIOINMOSTRA - Via Cagnola, 26 Milano - 13 marzo / 6 aprile 2007
A cura di Chiara Canali - Catalogo Spazioinmostra




KayOne viene invitato ad esporre i suoi lavori in occasione di un'importante mostra collettiva che riunisce le ricerche provenienti da esperienze e ambiti differenti: dalle divertenti sagome di street art di Tv Boy, alle poesie estemporanee di Ivan "il poeta di strada", dalle icone pop di Blue & Joy alle caotiche sovrapposizioni di messaggi pubblicitari di Stefano Ronci. Saranno presenti le colorate sequenze verbali Natale Galli, le tele espressioniste e gestuali di KayOne, le opere di iperrealismo concettuale di Antonella Mazzoni, le divertenti strisce di Massimo Corsini e le colate materiche di Luca Armigero. Per arrivare ai video-rebus di Piero Addis e alle ricostruzione documentarie e fotografiche di Cristina Sivieri Tagliabue. In ambito artistico la parola TAG si riferisce alle firme, ai segni, alle tracce che caratterizzano il fenomeno delle scritte presenti sui muri di tutte le nostre città. Le tag sono la più elementare forma di grafia, sono un metodo di scrittura testuale e stilizzato, pratico e rituale. La creazione di tag è il punto di partenza per i writers, perché ricorda la presenza e la personalità di un artista, e si trasforma spesso in messaggio politico, sociale o individualistico. Le tag sono l'espressione di identità di una nuova generazione che rappresenta il  mix di culture della nuova società, tra cultura hip hop e graffitismo, tra fumetto e cartoons, tra poesia visiva ed enigmi a rebus. In contemporanea con la grande rassegna sulla Street Art italiana, presente al PAC di Milano nel mese di marzo 2007, questa mostra costituisce un approfondimento sul linguaggio della scrittura, che attraversa il mondo della street art, ma è presente anche nella grammatica pittorica di molti giovani artisti che uniscono strettamente, all'interno della loro ricerca, parola e immagine, significante e significato.

www.spazioinmostra.it

VAI ALLA PAGINA DEDICATA ALLA MOSTRA - go to page of the exhibition



STREET ART SWEET ART
Dalla cultura hip hop alla generazione “pop up”

PAC - PADIGLIONE D’ARTE CONTEMPORANEA
Via Palestro, 14 Milano - 7 marzo / 25 aprile 2007
A cura di Alessandro Riva - Catalogo Skira




KayOne viene invitato ad esporre i suoi lavori in occasione di un'importante mostra collettiva dei talenti più interessanti della street art italiana che contribuirà a legittimare il valore estetico del graffiti-writing, nel sistema dell'arte "ufficiale". La mostra, voluta dal critico d'arte e Assessore alla Cultura di Milano Vittorio Sgarbi, inaugurerà il 7 marzo 2007 al PAC di Milano, il più prestigioso spazio espositivo per l'arte contemporanea in Italia. Il logo della mostra è stato realizzato da KayOne (citazione del marchio storico di spray Krylon).

VAI ALLA PAGINA DEDICATA ALLA MOSTRA - go to page of the exhibition



Sito Pac Milano



I GRAFFITI DEL LEONCAVALLO
A cura di Vittorio Sgarbi, Alessandro Riva e Atomo Tinelli



Casa edirtice: Skira - Anno pubblicazione: 2007 - Prezzo: Euro 14,00

KayOne cura la realizzazione grafica del catalogo I Graffiti del Leoncavallo. Il catalogo raccoglie i graffiti più significativi del Leoncavallo, il centro sociale più celebre di Milano , recentemente inserito nel programma della Giornata del Contemporaneo. Un museo a cielo aperto, come è stato definito dall'assessore alla cultura Vittorio Sgarbi che ha proposto di vincolare i muri per proteggere i graffiti che vi sono dipinti in modo da impedire che vengano abbattuti per poi rimpiangerli tra cinquant'anni. Che il linguaggio del writing e della street art abbia, in questo passaggio di secolo, cambiato radicalmente l'estetica contemporanea, è un dato di fatto a stento confutabile. Difficile far finta di niente davanti a questi muri colorati in mezzo al grigio dei grattacieli e del cemento alla periferia di Milano. Impossibile non richiamare alla memoria almeno un avvenimento legato a questo spazio di diecimila metri quadrati occupato da più di trent'anni. Dai cortei extraparlamentari negli Anni Settanta agli Anni Ottanta dei punk.Per trent'anni il Leoncavallo ha unito arte e politica, cucina popolare e vini di prestigio, musica e antiproibizionismo, in una ricchezza di forme dettata dall'impegno continuo nel "fare società". È questo il vero significato delle "opere" frutto del passaggio di eterogenee presenze che hanno attraversato e, in un certo senso costruito, una significativa parte di Milano con parole e colori. In questo modo i personaggi più disparati hanno animato il cemento con il respiro delle vere opere d'arte, senza la pretesa di essere chiamati artisti, anche se il sospetto che tra essi si nasconda un Basquiat italiano ha attraversato più d'una mente. Momenti estemporanei di creatività, destinati a durare anche solo per una notte, o monumenti alla memoria collettiva come il murales dedicato a Fausto e Iaio del 1978 che ora accoglie chi varca le "porte" di via Watteau. Sono queste "opere" che sanno esprimere un significato che va al di là della fisicità dei muri, pagine pubbliche di storia che acquistano giorno per giorno il senso del presente. Le immagini contenute in questo libro sono solo una parte della lunghissima storia pittorica del Leoncavallo, un frammento del trentennale percorso del centro sociale ma anche un valido esempio della creatività e della libertà artistica che trasmette. Una vera e propria palestra di colori, forme e geometrie ma anche sogni e sperimentazioni che si condensano su semplici muri.




Copyright © KayOne 2017. All Rights Reserved.